LinkedIn, i consigli per un profilo in ottica personal branding

LinkedIn & Personal Branding: 6 consigli utili

LinkedIn & Personal Branding: da dove cominciare?

LinkedIn sta crescendo, molte sono le novità adottate dal social network dedicato ai professionisti e alle aziende nel 2020. Ultima novità fra tutte le Stories: un ottimo veicolo per mostrare in modo coinvolgente autorevolezza e leadership nel proprio settore professionale. Non tutti i contenuti sono adatti: le Stories seguono la logica di snackable content per indicare video, testi, immagini ‘facili da digerire’ e leggeri.

Networking, aggiornamento continuo sulle novità e personal branding sono alla base della comunicazione su LinkedIn, determinati anche per il 2021: il coinvolgimento delle persone sul social network professionale aumenta ogni anno del 50%, con il doppio del numero di persone che apprezzano, commentano e condividono contenuti rispetto all’anno precedente.

LinkedIn consente ai professionisti di raggiungere il pubblico giusto, nell’ambiente giusto e creare un coinvolgimento efficace e genuino attraverso contenuti rilevanti, messaggistica diretta e advertising: gli iscritti a LinkedIn sono oltre 722 milioni. Ma quali sono i consigli da seguire su Linkedin per costruire un profilo performante?

Quali saranno i Social Media Trends 2021 e le aspettative digitali? Vuoi scoprire quali le 2 features di Instagram per il 2021? Leggi l’articolo “Social Media Trends 2021: quali sono le novità?”

I consigli utili

LinkedIn & Personal Branding: i consigli utili da seguire per iniziare a creare un profilo completo e appetibile per i selezionatori! Come per gli altri social la prima cosa da fare è la presentazione di sè stessi e della propria attività. Da dove partire?

LinkedIn & Personal Branding: immagini

Un’immagine profilo in linea con l’obiettivo di carriera: sei stato speaker di un evento? Relatore a una conferenza? Gioca sulla riprova sociale: usala come immagine profilo o di copertina.  È importante poi ottimizzare il profilo anche attraverso collegamenti di qualità: significa costruire una rete professionale ragionata e mirata, inserire un riepilogo professionale adeguato, aggiornare le esperienze lavorative e formative con le giuste keyword e le competenze specifiche del ruolo.

Non lasciare la cover anonima impostata! E’ importante creare un’immagine ad hoc per far capire di chi sei e in quale settore si lavora. Con Canva è molto semplice: utilizzando le impostazioni personalizzate per la copertina LinkedIn è 1400 x 425 pixel.

Headline: cura la tua headline, il riepilogo di chi sei, fai attenzione che sia aggiornata con la posizione lavorativa attuale ed in lnea con gli obiettivi. Hai diverse occupazione? Inseriscile e aiutati con emoticon oppure barre |, sono strumenti utili a  come a catturare l’attenzione e differenziare le varie attività che svolgi.

LinkedIn & Personal Branding: URL personalizzato

Modificare l’url e personalizzare è importante per dimostrarsi attenti in ottica personal branding. Al posto dei numeri assegnati default è possibile inserire nome e cognome: un URL personalizzato oltre a dimostrare serietà e professionalità è un supporto ad indicizzare il nome su Google.

LinkedIn & Personal Branding: sito web e portfolio

Sei un libero professionista è hai attivo un sito web? Hai costruito un porfolio con tutti i tuoi lavori migliori?

Non dimenticare di inserirli! Ci sono due sezioni a disposizione e da sfruttare assolutamente: la prima è quella relativa agli anchor previsti nell’elenco contatti. La seconda è la sezione portfolio: qui si possono aggiungere i link, le descrizioni, documenti e presentazioni.

LinkedIn & Personal Branding: SEO & Keyword

Da non dimenticare: anche LinkedIn è soggetto alle indicizzazioni di Google, ogni parola inserita nel profilo deve essere pensata in ottica personal branding proprio come se fosse una keyword. Anche all’interno di LinkedIn gli utenti devono essere in grado di arrivare a te: bisogna inserire tutte le parole chiave che potrebbero essere utilizzate nelle ricerche dalle persone .

LinkedIn & Personal Branding: aggiornamenti e LinkedIn Pulse

Un profilo attivo e aggiornato è importante: cosa si può postare?

Testimoniare la passione per il proprio lavoro, gli obiettivi raggiunte, le nuove sfide e le novità dell’azienda per cui si lavora. O ancora condividere aggiornamenti in grado di delineare la personalità professionale e stimolare la discussione con i collegamenti del proprio network. Anche su LinkedIn la linea guida per la creazione di un contenuto efficace è content marketing:  è necessario adattarsi il più possibile al modo in cui le persone più attive utilizzano la piattaforma, condividendo contenuti a cui i tuoi collegamenti sono maggiormente interessati e che ritengono sia di maggior valore possibile.

Gli indicatori chiave di performance di questa attività sono le visualizzazioni, le interazioni e i commenti.

Che cosa è LinkedIn Pulse?

Funziona praticamente come un blog dove poter scrivere post ed articoli. Così come per WordPress è possibile utilizzare un’immagine di copertina, inserire il titolo, heading, oltre a includere immagini, video e presentazioni .


Vuoi lavorare in ottica personal branding sui social? Prova a leggere anche questi articoli!

Visual marketing: quanto è importante la scelta del colore

Instagram Stories per una strategia di visual content marketing, come fare?

Instagram: come costruire il profilo perfetto e le app di editing

Come funziona e cosa fare su LinkedIn?


Comments are closed.