Come funziona e cosa fare su LinkedIn?

Come funziona e cosa fare su LinkedIn?

Che cosa fare una volta che ci si è iscritti? Networking, aggiornamento continuo sulle novità e personal branding. Benvenuti su LinkedIn!

Obiettivo di LinkedIn

Collegare tutti i professionisti del mondo per renderli più produttivi e contribuire al loro successo

Il social si rivolge a due fasce: da una parte si afferma come social network predefinito per chi è alla ricerca di nuove opportunità professionali e di avanzamenti di carriera. Dall’altra rappresenta una ghiotta opportunità per i reparti HR delle aziende. Al tempo stesso le logiche del social permettono sia alle aziende sia ai liberi professionisti, di sfruttarne le enormi opportunità in chiave di business.

Cosa fare una volta che ci si è iscritti

La differenza con tutti gli social media (Instagram e Facebook su tutti) è la natura strettamente professionale che lega la presenza e le persone all’interno del network. Il personal branding è alla base della comunicazione su LinkedIn. Il social viene utilizzato non solo da chi è alla ricerca di un lavoro, ma anche da chi un lavoro lo ha già e lo utilizza per espandere il proprio network e aggiornarsi.

Cosa fare su LinkedIn?

Uno strumento per:
– aggiornarsi sulle novità i trend del settore, migliorare le proprie abilità e produttività;

– espandere il proprio network: entrare in contatto con figure professionali simili, un’occasione di confronto continua per scambiarsi pareri ed opinioni con colleghi;

– rimanere aggiornarti sui percorsi professionali di professionisti della propria rete di contatti;

– costruire relazioni con un network di professionisti molto più ampio, ottenere quei contatti qualificati che permettono di aprire strade importanti in ottica di business. Anche per LinkedIn è attiva l’opzione di ricerca con hashtag e contenuti.

– Affermarsi, costruire e rafforzare il proprio personal branding. in una rete di contatti considerata rilevante per il proprio settore, attraverso la condivisioni di articoli o aggiornamenti di stato con riflessioni e considerazioni.

Per un’efficace attività di LinkedIn marketing, in grado di sfruttare appieno tutte le potenzialità offerte dalla piattaforma in maniera sistemica bisogna considerare questi fattori: l’acquisizione (di una rete di contatti), nurturing (dei contatti della tua rete) e svolgere un’attività di personal branding continuativa.

Qualche curiosità

LinkedIn è il canale n.1 per il marketing B2B: infatti oltre il 92% dei marketer B2B utilizza LinkedIn nei propri canali di marketing. Lo sapevi che più del 41% dei milionari è su LinkedIn? Gli utenti italiani di Linkedin sono 21,2 milioni a Marzo 2020, in aumento del 19,5% rispetto a Marzo 2019. Il tempo medio speso online mensilmente su Linkedin è di soli 37 minuti, il più basso registrato, ma ogni giorno vengono pubblicati 2 milioni di post, articoli, video.

Lo sapevi che più di 95% recruiter oggi utilizza LinkedIn? Sembra scontato ma avere un profilo bene costruito è il primo passo per attrarre l’attenzione del HR. Quindi, 3 consigli per utilizzare al meglio la piattaforma:

  • Creare un profilo LinkedIn in ottica personal branding,
  • condividi contenuti di valore, utile e interessanti per gli altri utenti;
  • interagisci con i tuoi collegamenti e fatti trovare dalle opportunità.

Hai completato bene il tuo profilo, inserito le keyword nel summary e nelle esperienze lavorative; è importante condividere contenuti così da far capire ai recruiter quali sono i tuoi settori di interesse. Ora è il momento di  avvicinarti professionalmente a un recruiter:

  • Trovare il recruiter: controlla le job description attinenti al tuo ruolo in molto compare il selezionatore che sta seguendo la posizione
  • Presentati al recruiter: invia una breve presentazione e chiedi se ha posizione lavorative aperte nel settore di tuo interesse o in alternativa invia un resume.
  • Costruisce un rapporto lavorativo con il recruiter: fai percepire il tuo interesse per la posizione aperta.

Vuoi sapere come performa il tuo profilo LinkedIn?

Scoprilo con LinkedIn Social Selling Index (SSI),  “capacità di vendita”, ovvero il punteggio a disposizione di tutti gli utenti, per  misurare la propria capacità ad utilizzare al meglio il social. Provalo qui, clicca su GET YOUR SCORE FREE.


LinkedIn i consigli per un profilo in ottica personal branding


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *