foodies

Chi sono i foodies? Le declinazioni del termine food.


Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.saraferrario.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Chi sono i foodies? Tra le declinazioni del termine food, compare proprio questa. Ne avete mai sentito parlare?

Negli ultimi anni il trattare di “food” nella televisione italiana è stato un crescendo. Il digitale e i social hanno aiutato a rendere la passione per la cucina un’esperienza sempre più diffusa: oggi ci si informa sempre di più sul cibo attraverso il web. Si condividono e si scambiano sempre più opinioni attraverso i social. I foodies in questo senso, non solo un fenomeno social ma un modo in cui raccontarsi. Osservando questo panorama si può notare come accanto al termine “food”, si sono diffuse una serie di declinazioni e concetti: food porn, foodie culture , foodies, foodblogger.

Food porn

Un vero e proprio trend, ad oggi alla voce #foodporn su Instagram ci sono ben 183.519.820 post. Quali sono le basi di questo trend? Ciò che prevale nel concetto di food porn è un’attenzione per gli aspetti visivi del cibo. Una maggiore predilezione viene all’estetica del piatto, la presentazione attenta, la cura dei dettagli. Attenzione alla food photography: la scenografia del piatto che si esplica nell’attenzione alla luce corretta e alla preparazione del “set” fotografico.

Foodies culture

Dal food porn nasce la foodies culture: una sottocultura che si costruisce intorno al gusto. Le caratteristiche della foodies culture è che attira a sé persone che hanno una grande attenzione per la qualità del cibo, lo stile alimentare è per queste persone un modo per autodefinire e rappresentare il proprio sé. Generalmente nelle foodies culture si creano icone di riferimento che possono essere dettate dalla professionalità e dalle competenza come nel caso di chef stellati, i leader dei movimenti culinari e i food blogger.

I foodies

Sono i seguaci della foodies culture: sono persone che mettono in scena e dimostrano un serio interesse per il cibo pur non essendo professionisti agro- alimentari. Per certi versi i foodies sono definiti dei moderni gourmet. Non è un espressione del tutto corretta. Il cibo non deve rispondere solo ad un criterio di bontà-qualità ma deve soddisfare prima di tutto criteri estetici.

Il quadrato semiotico dei foodies

Il quadrato dei foodies è stato presentato in occasione della Social Media Week di Milano 2015 da . Il quadrato è formato da quattro varianti in opposizione a due a due:

–  la prima opposizione è istituzionale vs alternativa, ovvero un’idea di cibo e cucine già riconosciuta nella cultura verso la ricerca di piatti innovativi e modi di consumarli alternativi

–  l’altra opposizione è resistenza vs aspirazione resistenza intesa come l’ergersi in difesa dei propri principi alimentari, di contro all’interesse per il cambiamento, a metà fra ricerca e moda.

I 4 modi di essere foodies

quadrato_semiotico_foodies_

Quadrato semiotico dei Foodies
Fonte: Squadrati,

Veraci, la tradizione è sacra, estetica ha un valore frugale, i seguaci non sono sedotti dall’annuncio di nuove tendenze o ricerche alimentari.

Gourmet, si lascia sedurre dalle mode e dalle guide, l’autorità è riconosciuta nello chef, il canone guida è il buon gusto

Critical, è facile farsi guidare dalla sua sensibilità ecologica, interesse per le materie prime ed il processo produttivo, anti-industrialità.

Foodster, ama l’ironia e la contaminazione, la rottura del canone a discapito di una maggiore socialità

Foodblogger

Le declinazioni del termine food ancora non finiscono qui. Manca ancora da definire il tag più di tendenza e conosciuto: #foodblogger. Chi sono, cosa fanno, perché integrarli in una strategia di comunicazione? Stay tuned!

Related Posts

blockchain-agroalimentare

Blockchain e agroalimentare perché il binomio funziona?

Blockchain e agroalimentare perché il binomio funziona? Tracciabilità, trasparenza, certificazione sono i tre pilastri su cui si fonda questa struttura
Foodtelling

Foodtelling: le best practices per raccontarsi attraverso il cibo!

Il foodtelling, raccontare cioè la giornata attraverso il cibo si è ampiamente diffuso negli ultimi anni. Perchè parlare di Foodtelling?
wine lovers

Wine lovers chi sono? Il settore wine sui social media

Wine lovers chi sono? Il settore wine sui social media. Così come per il mondo food, anche questo settore ha